NEUROFISIOLOGIA DEL SILENZIO​

NEUROFISIOLOGIA DEL SILENZIO

Oggi, esperti in neuroscienze, fisiologia, fisica, chimica, matematica, e in molte altre discipline umanistiche e scientifiche si interrogano sul ruolo del silenzio in relazione ai diversi aspetti della nostra vita. Alcuni di questi aspetti sono le emozioni, la consapevolezza di noi stessi e del mondo che ci circonda, la coscienza e il benessere.

L’attuale obiettivo del Dipartimento di Neuroscienze del RINED è proprio esplorare la neurofisiologia del silenzio, ossia quell’insieme di fenomeni psicofisiologici che lega il funzionamento del nostro cervello ai processi cognitivi e comportamenti messi in atto in determinate circostanze e situazioni.

Le tecniche, assolutamente non invasive, che saranno utilizzate permetteranno di misurare l’attività corticale (EEG), variabilità della frequena cardiaca, conduttanza cutanea, frequenza respiratoria, percezione del tempo, cambiamenti molecolari (prelievo piccolo campione di saliva).

Per partecipare come volontario alle ricerche sul silenzio e/o per qualsiasi altra informazione riguardo la presente linea di ricerca, inviaci un’email al seguente indirizzo:

a.defano@fondazionepatriziopaoletti.org

Oggetto email: “Settimana del cervello

Corpo email: “Sarei interessato/a a partecipare come volontario nella ricerca “Neurofisiologia del silenzio

Responsabile scientifico: Dott.ssa Tal Dotan Ben-Soussan, PhD – Direttrice RINED